Eurotier 2018 di Hannover, la suinicoltura è sempre più smart

A novembre la fiera zootecnica Eurotier 2018 di Hannover apre le porte al Digital animal farming. Tutte le fasi della produzione passano attraverso i nuovi sistemi digitali, dal monitoraggio dello stato di salute al controllo della sala parto fino alla gestione dell’alimentazione

Manca sempre meno all’appuntamento con Eurotier 2018, la fiera di riferimento a livello mondiale per i professionisti della zootecnia, che si svolgerà da martedì 13 a venerdì 16 novembre presso l’Exhibition Centre di Hannover (Germania).
Dopo gli ottimi risultati della scorsa edizione, con oltre 163mila visitatori e 2.600 espositori, anche quest’anno si attende una grossa affluenza, più di 150mila visitatori. Qui potranno scoprire i nuovi prodotti e le innovazioni studiate per gli allevamenti bovini, suinicoli e avicoli. Grande attenzione verrà rivolta anche a temi quali l’acquacoltura e l’allevamento di ovini ed equini.

L’allevamento digitale a Eurotier 2018

L'edizione 2018 avrà come tema portante il "Digital animal farming – Management support, animal health, food safety" che metterà in evidenza le ultime tecnologie per combinare con successo produttività e benessere degli animali, gestione delle informazioni e uso sostenibile delle risorse naturali.
Visitando gli stand e partecipando a conferenze, gli allevatori potranno scoprire i recenti sviluppi del settore sempre più rivolto a una gestione digitalizzata e mirata dei bisogni degli animali: dalla salute al benessere, dall’alimentazione alle condizioni ambientali.

Per monitorare la salute dei suini

Molte sono le soluzioni digitali presenti oggi sul mercato, tra queste il monitoraggio dell’assunzione di acqua, un sistema facile da implementare e sempre più implementato in stalla. Scarse assunzioni di acqua, infatti, possono suggerire la presenza di malattie all’interno dell’allevamento.
Ma le novità proposte alla fiera tedesca 2018 non sono finite qui. Tra i sistemi innovativi presentati ci sarà anche il sistema di riconoscimento della tosse tramite microfono: monitorare costantemente lo stato di salute degli animali consente di intervenire sulle malattie prima che la crescita dei suini sia compromessa, comportando notevoli risparmi finanziari.

Eurotier 2018
Un sistema per l'alimentazione dei suini in esposizione a Eurotier 2016.

Rilevamento ottico del peso, marchi auricolari Rfid e collari

Anche la valutazione automatica del peso dell’animale attraverso il rilevamento ottico sta assumendo un'importanza crescente. Ciò consente agli agricoltori di monitorare l'efficienza nutrizionale dei mangimi e la crescita dell’animale, nonché di effettuare una selezione accurata dei suini pronti per la macellazione, rispettando così i criteri di peso definiti dai contratti di fornitura.
E ancora, i marchi auricolari Rfid e i collari usati insieme ad antenne che consentono il monitoraggio individuale della fase di alimentazione. I dati raccolti possono poi essere analizzati tramite algoritmi, ricavando informazioni utili per l'individuazione precoce delle malattie o per l'accurata rilevazione del calore nelle scrofe riproduttrici. Negli allevamenti dove viene registrato il peso dei suini, i sistemi di alimentazione di precisione consentono di adeguare la dieta del suino alla sua fase di crescita, al fine di massimizzare l'efficienza di alimentazione.

Dalla inseminazione alla sala parto

Altre tecnologie di fondamentale importanza riguardano l’identificazione del calore nelle scrofe, che permettono di intervenire tempestivamente con l’inseminazione e ridurre al minimo le spese generate dai giorni vuoti.
Un altro aspetto molto importante è la gestione della sala parto, dove si punta a ridurre le perdite di suinetti. Grazie all’installazione di telecamere la scrofa viene costantemente monitorata, dall’inizio del travaglio alla nascita dei suinetti. In questo modo, in caso di problemi, il personale può intervenire subito, garantendo una maggiore sopravvivenza.
Per la fase successiva al parto, sono stati sviluppati anche dei sistemi che riconoscono i versi che i suinetti emettono quando la scrofa li schiaccia. Questo sistema induce la scrofa a cambiare posizione.

Anche la genetica è importante

Tra i tanti temi trattati a Eurotier nell’ambito del miglioramento del benessere animale, vi è un crescente interesse sul modo in cui miglioramento genetico può influire sul benessere degli animali. La longevità e la robustezza dei suini, così come le dimensioni e l’uniformità, in termini di peso, delle nidiate sono fattori con importanti implicazioni sulla futura produttività e redditività dell’azienda.

I sistemi di castrazione

Un altro tema estremamente attuale trattato durante le giornate di fiera, di particolare interesse per gli allevatori tedeschi, riguarderà la castrazione senza anestetico: in Germania tale procedura sarà bandita a partire dal 1 ° gennaio 2019. Gli allevatori, dopo quella data, avranno tre opzioni: allevare verri non castrati, eseguire la castrazione con l'uso di un anestetico generale oppure, al posto della castrazione, trattare i verri con un vaccino contro l'odore di verro. L'industria sta attualmente lavorando a una "quarta via", la castrazione con l’uso di anestetico locale.
Eurotier, che si svolge appena sei settimane prima dell'introduzione del divieto, consentirà agli allevatori di raccogliere tutte le informazioni più recenti sulle opzioni disponibili.

Eurotier 2018
Una delle conferenze in programma a Eurotier 2016. Anche quest'anno gli allevatori potranno partecipare a gruppi di discussione e scoprire gli ultimi sviluppi del settore.

Ad Eurotier attenzione al benessere dei suini

L’attenzione dei consumatori verso il benessere animale è sempre maggiore, tanto che la natura intensiva della produzione di suini è spesso oggetto di critiche.
Per questa ragione Eurotier 2018 dedica uno spazio anche alle novità pensate per migliorare la qualità della vita dei suini, tra queste i vari arricchimenti ambientali finalizzati a contrastare la noia e i fenomeni di stress, come i combattimenti e le morsicature alla coda.
Questi comportamenti, oltre a essere una manifestazione evidente di una condizione di disagio, possono generare anche lesioni e gravi infezioni a carico del suino con conseguenti perdite al momento della macellazione e quindi guadagni minori.

Ridurre le emissioni

Dal punto di vista ambientale, le iniziative volte a ridurre le emissioni derivanti dagli allevamenti suinicoli continuano a rappresentare un'area di grande interesse per tutti gli attori del settore. L’obiettivo principale è la riduzione della quantità di azoto rilasciato in atmosfera. A tal proposito, un metodo studiato, e che sarà messo in luce alla fiera, è l’introduzione della fibra grezza nella dieta dei suini, che aiuta la digestione e riduce la quantità di fosforo e azoto rilasciati in atmosfera dal letame suino.

 

Per avere maggiori informazioni sul programma delle quattro giornate di Eurotier 2018 consultare il sito web www.eurotier.com. 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome