LivaPig: più suinetti nati vivi, più pesanti e più vitali

LivaPig: più suinetti nati vivi, più pesanti e più vitali
LivaPig agisce sulla vasodilatazione nei tessuti della scrofa, aumenta lo scambio di ossigeno e di nutrienti con i feti, prima e al momento del parto.

In collaborazione con CARGILL

Quale allevatore non vorrebbe vedere più suinetti arrivare allo svezzamento senza difficoltà, in buona salute e con un buon peso? Infatti, l’aumento delle dimensioni delle covate a cui abbiamo assistito negli ultimi 20 anni non sempre è andato di pari passo con il maggior profitto per gli allevatori. Covate più numerose comportano parti più lunghi e più stress per scrofe e suinetti – alcuni dei quali nascono già morti, altri troppo deboli per sopravvivere ai primi tre giorni di vita o, comunque, per arrivare allo svezzamento in buone condizioni di peso e salute. Su questi aspetti si è concentrato il lavoro di ricerca svolto negli ultimi anni da Cargill Animal Nutrition nell’ambito della nutrizione delle scrofe. Il risultato è LivaPig, una nuova tecnologia presente nei mangimi di transizione e lattazione che aiuta le scrofe a partorire più capi nati vivi, più pesanti e più vitali.

Riduzione della natimortalità e della mortalità precoce
Altre soluzioni già in uso nell’alimentazione delle scrofe consentono di influenzare il peso e la vitalità dei suini alla nascita, aspetti fondamentali per avere suinetti in salute. Tuttavia, nessuna di queste soluzioni ha effetti diretti sulla riduzione della natimortalità e della mortalità precoce. Ed è proprio su questi due punti cruciali che si concentra invece LivaPig: agendo sulla vasodilatazione nei tessuti della scrofa, aumenta lo scambio di ossigeno e di nutrienti con i feti, prima e al momento del parto.
Quando il livello di ossigeno che arriva ai suinetti è insufficiente, infatti, il risultato sono animali nati morti o disvitali. Se si riesce a influenzare positivamente questo scambio, si potrà ridurre apporto di nutrienti che arrivano ai suinetti attraverso il latte materno, questi ultimi saranno più sani e pesanti allo svezzamento, pronti ad affrontare questa fase così il rischio di natimortalità e mortalità precoce.
E non è tutto. L’azione di LivaPig continua infatti durante tutta la fase di lattazione: grazie a un maggiore apporto di nutrienti che arrivano ai suinetti attraverso il latte materno, questi ultimi saranno più sani e pesanti allo svezzamento, pronti ad affrontare questa fase così delicata senza problemi. E l’allevatore? Ha tutto da guadagnare: con LivaPig potrà ridurre le perdite e portare più suinetti allo svezzamento, più pesanti e più vitali.

Quali risultati
I principali risultati ottenuti a seguito dell’impiego della tecnologia
LivaPig sono i seguenti:
• nati morti: -0.5 suinetti/covata;
• mortalità: -2.5%,
• peso alla nascita: +70 grammi;
• maggiore vitalità.
(I risultati sono stati raccolti durante prove sperimentali condotte presso il Cargill Sow Innovation Center (Bowling Green, Kentucky, Usa) e il Swine Innovation Center dell’Università di Wageningen (Vic, Strerksel, Paesi Bassi) e test di campo presso allevamenti di clienti chiave in Danimarca).

Alcune curiosità
Come suggerisce il nome stesso, LivaPig si rifà al termine livability, un concetto che non ha traduzione in italiano ma che si riferisce all’“abilità di vivere” dei suinetti – quindi non solo alla ridotta natimortalità e alla mortalità precoce, ma anche a una migliore condizione generale di benessere.
L’idea di influenzare la livability dei suinetti attraverso l’alimentazione della scrofa,  stimolando la vasodilatazione e quindi aumentando l’apporto di ossigeno e nutrienti ai suinetti, è una innovazione di Cargill Animal Nutrition.

I benefici
• Maggior peso alla nascita.
• Suinetti più vitali.
• Riduzione della natimortalità.
• Riduzione della mortalità precoce.
• Miglior benessere.
• Maggior profitto per l’allevatore.

 

 

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome