Mosche in stalla, proviamo con larvicidi e adulticidi

mosche
Da Newpharm, una gamma completa di soluzioni

Newpharm azienda di Santa Giustina in Colle (Pd) che opera nel campo pest control e prodotti fitofarmaci e biocidi, mette a disposizione dell’allevatore una gamma completa di soluzioni per contrastare efficacemente le mosche in allevamento. Larvicidi Igr (regolatori di crescita), adulticidi selettivi, abbattenti-residuali, esche attrattive e mezzi biologici per una lotta integrata sono annoverati nella proposta Newpharm.

Per il controllo delle larve

Hoko Ex è un larvicida Igr, in granuli solubili, a base di Ciromazina. Agisce alterando il regolare sviluppo delle larve di ditteri post-ingestione. Dotato di ampia residualità, Hoko Ex può essere sfruttato nei periodi più caldi quando il ciclo biologico delle mosche infestanti è rapidissimo.

Al contrario di altri larvicidi presenti in commercio, Hoko Ex può essere impiegato in presenza di animali (evitando il contatto diretto con gli stessi durante e dopo il trattamento).

È consigliato infine trattare in particolar modo i perimetri dei paddock e delle cuccette, l’area sottostante agli abbeveratoi, cumuli di deiezioni solide e ogni altra area o matrice suscettibile alla proliferazione delle larve.

Device G4 a base di Diflubenzuron - per un controllo completo dei ditteri, non solo brachiceri (mosce e mosconi) ma anche nematoceri (culicidi). L’esclusiva formulazione in granuli su base sabbia, pronta all’uso, può essere applicata nei ristagni idrici e nei liquami.

Il Diflubenzuron agisce dopo l’ingestione, come regolatore della crescita inibendo l’enzima responsabile della sintesi della chitina. Il principio attivo, il Diflubenzuron, riveste il granulo inerte che sedimentando assicura un totale coinvolgimento dello strato di liquido trattato.

Per il controllo delle mosche adulte

Moscarex, novità assoluta introdotta da Newpharm, è il primo moschicida pronto uso pennellabile con il migliore profilo tossicologico nel mercato. Il principio attivo è il Clothianidin, neonicotinoide di seconda generazione, molto interessante per la sua straordinaria efficacia (fino a 8-10 settimane). L’effetto neurotossico sulla mosca adulta è immediato e irreversibile ed è evocato sia per contatto che per ingestione.

La formulazione gel incolore e inodore tutela gli insetti utili e si presta anche a diluizioni in acqua per applicazioni in molteplici punti dell’allevamento su superfici preferibilmente non assorbenti o comunque su appositi pannelli.

L’alternanza dei principi attivi, soprattutto adulticidi, rappresenta un punto focale sul quale riflettere per la pianificazione delle strategie di lotta moschicida.

Twenty1 One a base di Azamethiphos agisce sia per contatto che per ingestione sulle mosche adulte provocandone rapidamente la morte. Si presenta come polvere bagnabile dall’impiego flessibile: nebulizzazioni o pitture murali. Twenty1 One controlla efficacemente la mosca pungente (Stomoxys calcitrans).

Per maggiori informazioni visitare il sito internet: www.newpharm.it o www.progettomosche.it

 

Leggi l’articolo sulla Rivista di Suinicoltura n. 6/2016

L’Edicola della Rivista di Suinicoltura

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome