A Fieragricola 2022 un seminario dedicato ai suinetti e al nuovo probiotico TechnoSpore

prodotti biochem
Stand Biochem a Fieragricola 2022.
La Biochem per la prima volta a Verona presenta la sua gamma di additivi zootecnici per il mercato Italia

Per rafforzare il suo consolidamento nel mercato italiano, Biochem ha partecipato con uno stand durante la Fieragricola di Verona. Una buona occasione per incontrare clienti e partner su nuovi prodotti e soluzioni per il mercato suinicolo italiano. Tra queste soluzioni, i visitatori dello stand Biochem hanno potuto vedere i nuovi concetti probiotici e prebiotici, come TechnoSpore, un probiotico unico basato su Bacillus coagulans, il solo registrato nell’UE, o TechnoYeast, un lievito idrolizzato con eccellenti proprietà appetizzanti e prebiotiche.

Presentazione del nuovo probiotico TechnoSpore

Per condividere le ultime esperienze sviluppate nel settore suinetti, Biochem ha organizzato un seminario con il tema: “Salute intestinale e probiotici: protagonisti nell’allevamento dei suinetti” al quale hanno partecipato molti professionisti legati alla nutrizione e alla salute dei suinetti.

Il Responsabile Italia, Davide Bertarelli, ha dato il benvenuto a tutti i partecipanti e ha presentato Biochem, azienda tedesca con una vasta esperienza nel campo degli additivi per mangimi per la nutrizione animale e la salute intestinale.

In seguito, la dott.ssa Lydia Zeibich, membro del dipartimento R&D di Biochem per i probiotici, ha presentato il nuovo probiotico TechnoSpore, e il potenziale utilizzo da solo o in combinazione con altri additivi, come TechnoYeast, per creare un simbiotico che moltiplichi gli effetti benefici a livello intestinale. Questi strumenti saranno sempre più utili e utilizzati dall’industria mangimistica per ridurre l’uso di antibiotici e ossido di zinco medicato nella fase di svezzamento del suinetto.

Scopri di più sul sito Biochem.

A Fieragricola 2022 un seminario dedicato ai suinetti e al nuovo probiotico TechnoSpore - Ultima modifica: 2022-03-22T11:57:13+01:00 da Rivista di Suinicoltura

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome