Ricetta veterinaria elettronica, presentato il decreto operativo

Ricetta elettronica
La ricetta elettronica non riguarderà solo i farmaci zootecnici ma anche i mangimi medicati. L’obiettivo è risparmiare sulla spesa pubblica e ridurre la circolazione effettiva dei medicinali per la lotta all’antibiotico-resistenza

Nelle scorse settimane il ministero della Sanità ha presentato agli operatori il decreto operativo sulla ricetta veterinaria elettronica.
Ricordiamo che, per effetto della Legge europea 2017 (legge 167 del 20 novembre 2017), dal prossimo primo settembre scatterà l'obbligo della prescrizione solo online dei medicinali per gli allevamenti. Ciò significa che i veterinari dovranno abbandonare il ricettario cartaceo e prescrivere ciascuna medicina elettronicamente; peraltro la stessa procedura varrà anche per i mangimi medicati.
Fondamentalmente, l'obiettivo che si vuole ottenere riguarda risparmi nella spesa pubblica e un maggior controllo sulla diffusione e circolazione effettiva delle medicine veterinarie, anche con un occhio alla lotta all’antibiotico resistenza.
Dalle prime indicazioni, il decreto – che sta terminando il suo iter e dovrebbe essere emanato tra luglio e agosto – fornirà tutti i particolari operativi per il buon fine dell'operazione, anche attraverso un esplicito manuale allegato.

In cosa consiste

Innanzitutto i veterinari che avranno accesso al portale per la ricetta veterinaria elettronica saranno individuati esattamente dal loro numero di iscrizione all'albo dell'Ordine professionale, oltre che da password dedicate, in modo da evitare errori o abusi.
Il professionista dovrà inserire una serie di informazioni tra cui la data di prima prescrizione di un farmaco a un allevamento, qualsiasi variazione successiva e l’indicazione della fine di quello specifico trattamento. Ovviamente verranno inseriti anche i dati dell'azienda zootecnica coinvolta.
Tutti questi dati, potranno essere consultati dai diversi operatori (veterinario, allevatore, farmacia ecc.) seguendo un ordine gerarchico prestabilito in modo che ciascuno possa accedere ai soli dati di propria competenza.

In attesa...iniziative di informazione e formazione

Peraltro, l'Anmvi (Associazione nazionale medici veterinari italiani) informa che, in vista dell'obbligo di emettere solo elettronicamente la ricetta per farmaci zootecnici e mangimi medicati, sono in atto tutta una serie di iniziative di informazione e formazione.
Sul sito ricettaveterinariaelettronica.it, al quale veterinari possono registrarsi già dal 1 giugno scorso, è disponibile un manuale utente suddiviso fra settori (animali da reddito e pet); su questo stesso portale sono inoltre in fase di caricamento dei video tutorial che guidano il prescrittore, passo per passo, nel percorso di emissione online della ricetta. Infine è già stato predisposto anche un apposito canale You Tube.

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome