Otto nuovi stabilimenti spagnoli potranno esportare carne in Cina

macelli
È arriva ieri, 8 aprile 2020, la comunicazione da parte del Ministero dell'agricoltura, della pesca e dell'alimentazione spagnolo: la Cina importerà carne e prodotti a base di carne di suino da otto nuovi stabilimenti spagnoli

Il Ministero dell'agricoltura, della pesca e dell'alimentazione spagnolo ha ricevuto ieri la comunicazione ufficiale: l'Amministrazione generale delle dogane della Repubblica popolare della Cina ha autorizzato otto nuovi stabilimenti spagnoli all’esportazione di carne e prodotti a base di carne di suino nel mercato cinese.

Spagna
Luis Planas

Questa decisione, come rilevato dal Ministro Luis Planas, è importante per il settore agroalimentare spagnolo, soprattutto, in questi momenti in cui è necessario garantire l'approvvigionamento alimentare e il corretto funzionamento del commercio agroalimentare estero.

Il numero totale di stabilimenti spagnoli autorizzati a esportare carne e prodotti a base di carne suina in Cina sale così a 57.

Con questa autorizzazione si rispetta l'accordo raggiunto nelle riunioni tenutesi a Pechino nel maggio 2019 tra il Ministero spagnolo e le Autorità doganali del governo cinese.

Il nuovo elenco di società e le informazioni necessarie sui requisiti e sui protocolli di esportazione in Cina saranno disponibili nei prossimi giorni all'applicazione Cexgan, nonché sul sito web del Ministero dell'agricoltura, della pesca e dell'alimentazione per tutte le aziende autorizzate all’esportazione.

 

prezzo dei suini pesantiL’export agroalimentare spagnolo verso la Cina

La Cina è una delle destinazioni chiave per le esportazioni agroalimentari delle aziende spagnole, che nel 2019 hanno raggiunto i 2.038 milioni di euro, con un aumento significativo del 48,1% rispetto all'anno precedente. Dal 2014, le esportazioni verso la Cina sono notevolmente aumentate, sia nella varietà che nel volume dei prodotti, indicando che questo paese diventerà la principale destinazione dell’agroalimentare spagnolo esportato nel prossimo futuro (in paesi extra Ue).

I principali prodotti esportati sono carni e frattaglie di maiale, che hanno rappresentato il 55,3% delle esportazioni agricole totali in Cina nel 2019 (nel 2018 rappresentavano il 35,5% del totale). Inoltre, il valore delle esportazioni di prodotti dal settore suinicolo spagnolo verso la Cina nel 2019 ammontava a 1.127,56 milioni di euro, raddoppiando la cifra dell'anno precedente, con il 119% in più rispetto al 2018 (secondo le statistiche del Commercio spagnolo - Datacomex).

Secondo quanto ritenuto da Planas, questi numeri riflettono l’intesa tra le due amministrazioni e il clima di collaborazione e fiducia che si è instaurato nel corso del tempo.

 

Altri prodotti

Dopo la carne di suino - secondo i dati doganali cinesi del 2019 - l’olio d'oliva e di sansa risultano essere i prodotti più importanti, per un valore di 148,94 milioni dollari (5,7% in più rispetto all'anno precedente), seguiti dal vino, con 145,17 milioni di dollari (14,3% in meno rispetto all'anno precedente). Altri prodotti rilevanti sono l'erba medica disidratata (79,18 milioni di dollari), prodotti della pesca (70,93 milioni), latte e prodotti lattiero-caseari (65,75 milioni) e frutta (59,17 milioni).

 

 

Otto nuovi stabilimenti spagnoli potranno esportare carne in Cina - Ultima modifica: 2020-04-09T09:58:15+02:00 da Mary Mattiaccio

LASCIA UN COMMENTO

Inserisci il tuo commento
Inserisci il tuo nome